IL COLORE

I cuccioli di Kerry Blue nascono tutti di colore nero, e così rimangono fino a circa 18 mesi di vita. A quel punto, prima in alcune parti dei corpo (specie nelle zampe) compaiono dei riflessi rossicci (ossidazione del pelo), poi fanno capolino dei ciuffetti grigio cenere, ed infine il pelo diventa uniformemente blu, dove per blu si intendono tutte le tonalità del blu, dal grigio cenere al blu oscuro. Nelle femmine di solito questa mutazione avviene prima che nei maschi. Alcuni soggetti tardano un po’ a cambiare colore e si protraggono altre i 18 mesi previsti, altri invece possono essere particolarmente precoci. Questi ultimi però corrono il rischio di diventare troppo chiari con il passare degli anni, rasentando il bianco e perdendo quindi la caratteristica del Kerry Blue.

MANIPOLAZIONI

I cuccioli di Kerry Blue nascono tutti di colore nero, e così rimangono fino a circa 18 mesi di vita. A quel punto, prima in alcune parti dei corpo (specie nelle zampe) compaiono dei riflessi rossicci (ossidazione del pelo), poi fanno capolino dei ciuffetti grigio cenere, ed infine il pelo diventa uniformemente blu, dove per blu si intendono tutte le tonalità del blu, dal grigio cenere al blu oscuro. Nelle femmine di solito questa mutazione avviene prima che nei maschi. Alcuni soggetti tardano un po’ a cambiare colore e si protraggono altre i 18 mesi previsti, altri invece possono essere particolarmente precoci. Questi ultimi però corrono il rischio di diventare troppo chiari con il passare degli anni, rasentando il bianco e perdendo quindi la caratteristica del Kerry Blue.

ALIMENTAZIONE

Negli allevamenti è usuale effettuare, ai cuccioli , due piccole “ elaborazioni “ che se ben eseguite non comportano sofferenza all’animale e gli conferiscono un’espressione più tipica terrier ed un’immagine ancor più potente. In particolare si incollano le orecchie per qualche settimana in modo da farle sollevare un po’ e rivolgere in avanti, così che le punte siano rivolte all’estremità esterna degli occhi. La coda si taglia non molto corta, ma della misura tipica della maggior parte dei cani terrier.

ADDESTRAMENTO

I Kerry sono cani addestrabilissimi, a patto che si usino i sistemi dolci di educazione. Questo perché è un cane che non ama certo essere sottomesso, e benché in effetti si sottomette volentieri con il proprietario e la famiglia, non gradisce che questa sua sottomissione venga ostentata e sbandierata in pubblico! Inoltre, malgrado la sua baldanza, è un cane incredibilmente sensibile. Meglio quindi fargli fare ciò che vogliamo attraverso ii gioco, utilizzando un giocattolo gradito (con i Kerry funziona molto meglio dei bocconcini) per tenerlo in attenzione e per chiedergli di eseguire l’esercizio. I Kerry amano i giocattoli, che però è bene non lasciare sempre a loro disposizione, altrimenti perdono interesse e bisogna cambiarne uno ogni volta. Preferiscono tra questi quelli che fischiano quando li si morde, probabilmente perché da loro l’impressione di stare catturando qualche roditore nocivo, uno dei compiti per il quale la razza è stata creata.

IN APPARTAMENTO

Vi sono delle caratteristiche fisiche di questa razza che lo rendono un cane particolarmente adatto alla vita da appartamento e alla convivenza stretta con gli umani. Innanzitutto il pelo dei Kerry non cade mai e non fa la muta stagionale; così è molto più facile tenere pulita la casa; tra l’altro, questa caratteristica lo rende il cane adatto a chi ha allergia al pelo . Inoltre il Kerry è uno dei pochi cani che non produce odori dalla propria cute, basta quindi mantenerlo pulito ed in buona salute, ed in casa non ci saranno sporcizie e cattivi odori.

IL CIUFFO

Se vi chiedete il perché del ciuffo davanti agli occhi dei Kerry, la risposta non è che esso ha degli occhi più delicati degli altri cani. La risposta sta nel fatto che, essendo un cane costruito per la lotta ai nocivi, il ciuffo deve proteggere gli occhi dagli artigli dei tassi, delle marmotte, delle volpi, dei gatti, ecc .

INTESA A DUE

Il padrone o la padrona di un KERRY BLUE TERRIER impara molto presto a riconoscere e a capire i segnali dei proprio amico a quattro zampe. Già solo lo sguardo o l’atteggiamento del corpo mostrano senza ombra di dubbio se l’animale è offeso, sottomesso, aggressivo, in cerca di coccole, minaccioso, eccitato sessualmente, affamato, in cerca di qualcosa con cui giocare, assonnato, annoiato, ecc. Anche al contrario funziona benissimo: il cane percepisce alla perfezione lo stato d’animo del padrone, e la percepisce a volte ancor meglio dello stesso proprietario; insomma, il Kerry può essere anche un ottimo psicoanalista.

IL KERRY BLUE E IL SESSO

La femmina di Kerry blue terrier all’ottavo-decimo mese di vita può avere il suo primo calore (è vivamente consigliato far saltare il primo calore in quanto a quell’età la crescita non è ancora compiuta) . Se avete un maschio mostrerà un particolare interesse per la vulva della femmina leccandola con un certo interesse e palesando un insistente corteggiamento. Se non avete un maschio potrete comunque notare un gocciolamento di sangue dalla vulva per una durata di circa 10 giorni. Questo periodo, di solito non fecondo, sì chiama pro estro e precede l’estro vero e proprio che si protrae fino al 15 giorno circa ed è il periodo in cui la cagna accetta il maschio ed è feconda. L’ accoppiamento dei cani è abbastanza singolare in quanto dopo la monta il maschio si gira e i due cani si ritrovano con i posteriori attaccati. Nonostante questa strana posizione da” kamasutra” i due cani rimangono attaccati e non dobbiamo fare nulla per staccarli. Il pene del maschio alla base si allarga in una specie di “cipolla” o grosso rigonfiamento turgido detto bulbo del pene che, trattenuto dalla vulva, impedisce la fuoriuscita del pene durante l’ accoppiamento. Una volta avvenuta l’eiaculazione il bulbo si sgonfia permettendo al pene di uscire. Dopo l’ accoppiamento il calore non cessa immediatamente e pertanto dovrete fare ben attenzione a che la femmina non venga montata da altri cani indesiderati. Di norma un solo accoppiamento è sufficiente per assicurare la fecondazione anche nel caso in cui l’ovulazione avvenga a posteriori della monta in quanto gli spermatozoi possono resistere nella vagina per diversi giorni.

LA GRAVIDANZA

La gravidanza dura circa 63 giorni ed è un evento del tutto naturale e ben sopportato se è una cagna in buone condizioni di salute. Bisognerà però trovare un posto tranquillo e pulito dove la cagna possa partorire in santa pace: deve essere sufficientemente spazioso per poter accogliere tutta la futura famiglia e, considerando che la cagna quando allatta si posiziona completamente distesa , premuratevi che la cuccia sia sufficientemente lunga. E’ consigliabile aumentare la frequenza delle passeggiate per far fare i bisogni alla cagna, perché in gravidanza ne avrà più bisogno.

Da metà gravidanza in poi sono necessarie due accortezze: 1) sverminare la cagna. 2) arricchire il cibo con integratori minerali e vitaminici. La falsa gravidanza o “gravidanza isterica”, presente in tutti i cani, può interessare anche i Kerry blue terrier. E’ causata probabilmente da fattori ormonali ed imita perfettamente la gravidanza vera e propria. Normalmente compare dai 50/80 giorni dall’ ultimo estro e oltre a tutti i sintomi tipici (vomito, fame, sete, ingrossamento della pancia) determina anche la comparsa dei latte e la conseguente mastite.

IL PARTO

Quando la cagna è prossima al parto manifesta alcuni segnali : raspare il terreno, diminuzione dell’appetito, agitazione . Nel momento del parto è bene lasciarla tranquilla perché potrebbe distrarsi e dimenticare che deve partorire. Dopo alcune contrazioni, fuoriesce il primo cucciolo ancora avvolto nel sacco. Istintivamente la cagna libererà il cucciolo dal sacco in cui è cresciuto rompendone con i denti la debole parete, reciderà il cordone ombelicale ed ingoierà la placenta. Uno dopo l’altro i cuccioli nasceranno e alla fine tutto verrà leccato e ripulito dalla neo-mamma. I cucciolini , ripuliti e asciugati, saranno presto uno accanto all’ altro a succhiare il latte. Ovviamente possono esserci delle situazioni anomale in cui non tutto procede per il meglio e per esempio potrebbe accadere che la madre non si prenda cura dei figli ed allora tutte le operazioni svolte dalla madre dovranno essere eseguite dal proprietario. Comportamento sessuale atipico? Perché tanti cani vogliono” fare sesso “con le cosce delle persone? Ci avete fatto caso?? si mettono II, zitti zitti, si mettono in piedi, ti abbracciano la coscia, e poi simulano il movimento pelvico! il bello è che ti guardano e ridono pure!! In realtà lo fanno per senso di proprietà stabiliscono così che tu sei una persona che gli appartiene.... se il cane è il tuo però non lasciare che Io faccia a te, lo devi sgridare. I Kerry Blue comunque fortunatamente non eccedono in questo tipo di effusioni simil sessuali, sono invece famosi per i baci che amano dare ai proprietari e ai bambini; da questo punto di vista sono dei veri campioni di baci.

I CUCCIOLI

I cuccioli di Kerry blue sono dei cani subito molto attivi e di norma non hanno bisogno di essere aiutati dall’uomo alla nascita. Crescendo è buona norma abituarli subito alle quotidiane sedute di toeletta, alla spazzola, alla forbice anche alla tosatrice. Il loro carattere allegro e vivace farà si che il proprietario rischierà di schiacciarli ad ogni passo, tanto sono affettuosi e desiderosi di coccole, ma queste caratteristiche non debbono far dimenticare che i Kerry, anche da cuccioli (dai due mesi in poi...), possono essere tra di loro aggressivi, tanto che si possono verificare addirittura casi di fratricidio. Nelle cucciolate sarà presto facile distinguere i vari cuccioli per carattere e struttura fisica, ed in base a questo, ad un certo punto. può essere consigliato separare qualche elemento più aggressivo che potrebbe ferire gli altri.

AGGRESSIVITA’

Nella sua storia il Kerry Blue è stato purtroppo utilizzato anche come cane da combattimento. E’ pur sempre un terrier, quindi possiede carattere, coraggio, agilità, tempra. Benché è ormai un cane da compagnia, gli allevatori hanno giustamente preservato le doti caratteriali della razza, e queste doti fanno si che questo cane , di norma, si esalti al cospetto di altri cani che si incontrano magari durante le passeggiate. Vedere un Kerry in posizione “da incontro” è una delle più belle immagini che la cinofilia possa offrire; è in quelle occasioni infatti che esce fuori la fisicità di questo cane, la sua espressione potente e fiera, l’aspetto regale e nello stesso tempo da condottiero.


Fonte Giuseppe Virga